Costruire per distruggere

Quello da Poker era il mazzo di carte che preferiva, gli ricordava le sere d’inverno, le vacanze di Natale passate a giocare con gli amici di una vita, tra un sorso di Whisky e uno di Amaro nella sua città di mare. Era un sabato qualunque di un qualunque Febbraio quando decise che con quelle[…]

A carte scoperte

Hai comprato quel mazzo di carte a Napoli, con le mani sporche di pizza fritta, ad un’edicola in piazza San Domenico Maggiore tra l’odore del caffè e le cartoline del Vesuvio. Abbiamo passeggiato per Spaccanapoli lasciandoci intagliare le facce da sferzate gelide, abbiamo comprato due berretti di lana al mercato di Pignasecca per arrivare fino[…]