Cicatrici

Non cercare arcani destini nella linea affogata nel palmo nemmeno segreti indicibili o invisibili inganni come la tela che ha tessuto il ragno. È solo nelle cicatrici la storia di queste mani di queste gomene incatramate di queste sete azzurre all’alba dei quarti di luna riflessi nell’unghia dei fazzoletti spiegati alla stazione. È solo nelle[…]

Gediminas Avenue (-12°C)

Gelide le braccia rivestite di onore si spezzano tra i buoni propositi. Collane di bussole guarniscono i bivi scongiurando scie di paura e solitudine.   Gli incubi orchestrano ninananne gotiche la realtà arpeggia un’ottava sopra. L’eco dei tunnel riempie le strade la neve aiuta a riconoscere il passo.   Le stalattiti blindano gli abbracci ombreggiati dai[…]

[…]

Se mai dovessi –  fingendomi poeta d’altri tempi – disegnare i contorni della mia immagine riflessa nei tuoi occhi, vedrei un pugno azzurro di polvere che sbiadisce nel contrasto della tua pupilla allargata come le soglie di un abisso, piccola scatola fabbricata dalle tue mani – pulite e senza vanità – dove nascondi un groviglio[…]