Stasera è tornata

Stasera è tornata. Dallo stomaco è salita al cuore, lieve tra costa e polmone, ad incontrare il punto in cui la frattura si compone, in cui costeggio sulla soglia il tempo nuovo – altro da ieri e da domani, quando tu amara non c’eri.   Stasera è tornata. Dallo stomaco è salita al cuore, lieve[…]

Istante

Un attimo Un schiocco Spegni una candelina E ti ritrovi matto Non c’è il tempo Di capire Non un morbido dolce accompagnare È denti che sbattono forte È odore di inesatto Un istante Che crea la storia Del tuo futuro Chiudi gli occhi E quando li riapri Tutto ti è sfuggito dalle mani Giochi a[…]

L’istante

L’istante è un attimo balenante è una fragranza respirata è una farfalla sul fiore posata, lo sbadiglio di un bambino assonnato, il puntino fragoroso di un treno sfrecciato. È il fulmine all’orizzonte prima della tempesta, è il passaggio della banda che annuncia la festa, l’istante, la vita riempie di tutti, buoni, cattivi, belli e brutti.[…]

Ingenui istanti

Quanto spesso si fa attenzione alle piccolezze, agli istanti apparentemente più semplici e banali? Come l’istante in cui uno sguardo si posa curioso, in cui una mano sfiora delicata. Dettagli lasciati al caso, figli di abitudini a cui non si presta abbastanza attenzione. L’istante in cui nasce spontaneo un sorriso, in cui un sapore diventa[…]

Un istante

Un istante Finito e morto. Logorato e incessante. Dove continuamente fugge il tempo. Interminabile susseguirsi di momenti; catastrofi e piccole felicità. È poco per creare e troppo per distruggere, ma serve per capire che siamo qui, adesso, senza i “per sempre” che non fanno per noi. È solo quest’istante che pesa su chi siamo, cosa[…]

Due piccoli lampi

Quanto dura un istante? Se lo era sempre chiesto poiché quello strano lasso di tempo continuava a sfuggire ad ogni tentativo di quantificazione oggettiva. Lo aveva messo in relazione con i minuti, i secondi e poi con i frammenti di ora o di giorno, ma il paragone non reggeva. Certe volte, specialmente nelle brevi giornate[…]

Impeto d’amore

Girandole impazzite fondono colori. Aquiloni volteggiano, complici e leggeri. Violente onde salmastre sbattono su scogli riarsi. Avidi occhi cedono alla passione. Sussurri. Sospiri. Gemiti. Urla. Unghie nella carne, sangue e sudore. Vulcani in eruzione, terra che trema. Io e te persi in un istante. Il nulla. L’eterno. Emiliano Nuccetelli Foto di Pierluigi Cottarelli